Le cose che verranno: recensione del film con Isabelle Huppert

April 15, 2017 ilblogghettaro 0

Le Cose Che Verranno, presentato alla 34° edizione del Torino Film Festival, è un film della regista e sceneggiatrice francese Mia Hansen-Løve che proprio con questa pellicola lo scorso anno si è aggiudicata l’Orso d’oro per la categoria Miglior Regista al Festival di Berlino. Nathalie (Isabelle Huppert) insegna Filosofia al Liceo e collabora con una casa editrice di Parigi scrivendo testi e saggi a sfondo filosofico.  Nathalie è anche moglie, madre, ispiratrice e figlia soprattutto. Isabelle Huppert, così come in Elle,

Virgin Mountain (film): una storia emozionalità, sensibilità e discriminazione

April 7, 2017 ilblogghettaro 0

Fusi, interpretato da Gunnar Jonsson, ha superato da un po’ gli enta e vi con sua madre. Lavora come steward di terra  e la sua vita è fatta di piccole cose: casa, miniature della Seconda Mondiale, latte e cereali. Ha degli amici con cui condivide la stessa passione del modellismo e non ha alcun contatto con l’universo femminile, non l’ha mai avuto. Fusi è una montagna di sensibilità e insicurezze. La madre vuole farsi una vita e spesso si rivolge

Elle (recensione): il thriller psicologico alla sua massima espressione

March 24, 2017 ilblogghettaro 1

Elle è un film diretto da Paul Verhoeven, cineasta olandese molto apprezzato dalla critica internazionale;  RoboCop, Atto di forza, Basic Instinct e Starship Troopers sono solo alcuni dei lavori che lo hanno reso celebre a Hollywood e quindi nel mondo. Michèle è una donna di successo. Dirige il team creativo di una società che sviluppa giochi a sfondo horror/soft-porn/manga. Divorziata, madre e amica e vittima. Il padre di Michèle è il mostro del paese. Ha ucciso 22 persone in un raptus di follia

Moonlight è il prossimo film che vedrai | Non puoi ignorare la storia

March 5, 2017 ilblogghettaro 0

Moonlight é un capolavoro di stile, contenuti e fotografia. Una sceneggiatura esordiente di prim’ordine, che si eleva dalle solite trame manieristiche. Moonlight é un quadro dalle tinte coinvolgenti e crude. L’Academy, agone mediatico e hype a parte, ha premiato non solo l’estetica, perfetta e iconica, ma anche i contenuti. La sceneggiatura di Moonlight è destinata a fare la storia: fenomenologia di una minoranza nella minoranza e di un’araba fenice che risorge dalle ceneri di un’adolescenza insana e martoriata per autorealizzarsi.

Trainspotting è una pietra miliare della cinematografia moderna che non mi scrollerò mai di dosso

February 24, 2017 ilblogghettaro 0

Era il 1996 quando Trainspotting, il film tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore irlandese Irvine Welsh (1993), sconvolse il pubblico e la critica di tutto il mondo. Oggi, a distanza di 21 anni esce T2 Trainspotting, adattamento del romanzo “Porno” e capitolo risolutivo che suggella un successo editoriale e cinematografico rilevante che negli anni è divenuto un vero e proprio totem generazionale, un cult gli amanti del genere.   Mark, Spud, SickBoy e Begbie vent’anni dopo La diffusione di internet, il

Barriere (Fences): recensione del film di Denzel Washngton candidato a 3 premi Oscar

February 23, 2017 ilblogghettaro 1

Barriere (Fences il titolo originale) è l’adattamento di un’opera teatrale di August Wilson, considerata uno dei capolavori del drammaturgo e della letteratura teatrale afroamericana. E’ il sesto dramma del “ciclo di Pittsburgh” e il suo debutto risale al 1983. Andato in scena a Broadway nel 1988, ha vinto il Premio Pulitzer per la drammaturgia e il Tony Award alla migliore opera teatrale. Credo, o almeno spero, che ad oggi, il dover sottolineare la presenza di una minoranza etnica all’interno di un contesto lavorativo, educativo, sociale sia

La La Land: un film ucciso dall’hype

February 2, 2017 ilblogghettaro 0

Negli ultimi anni, i mass media e i social network hanno fatto uso e abuso del termine hype; vocabolo di derivazione anglosassone che indica una situazione in cui un determinato argomento viene più volte riportato dai giornali, dalla tv e dagli esperti di comunicazione per scatenare l’interesse del pubblico. L’hype è la piaga del secolo e La La Land ce lo dimostra La La Land, film del regista Damien Chazelle con Ryan Gosling ed Emma Stone, è stato presentato al

El abrazo de la serpiente(il film): Amazzonia, colonialismo, Natura

August 5, 2016 ilblogghettaro 0

Terza opera del regista colombiano Ciro Guerra, El abrazo de la serpiente narra la storia di Karamakate, ultimo superstite di una tribù dell’Amazzonia nord-occidentale che vive in solitudine dopo lo sterminio del suo popolo da parte dei bianchi. Nel corso di un’esistenza solitaria, trascorsa nella natura incontaminata della foresta fluviale, incontra  due scienziati, Theodor Koch-Grunberg e  Richard Evans Schultes. Il primo attraversò l’Amazzonia nel 1909, il secondo negli Anni Quaranta. Karamakate è il fil rouge che lega due viaggi, due storie

Tom à la ferme: recensione del film di Xavier Dolan, l’asso del cinema internazionale

July 10, 2016 ilblogghettaro 0

Sembra proprio che la distribuzione italiana, dopo anni di embargo,  si sia accorta del cinema sublime di Xavier Dolan, regista, attore e sceneggiatore canadese che a soli 26 anni è già arrivato al suo sesto film. Fatta eccezione per Mommy, premiato a Cannes un paio di anni fa e poi uscito in sala anche in Italia. Ora, sulle ali del nuovo riconoscimento ottenuto a Cannes dall’ultimo film, Juste la fin du monde,  la distribuzione recupera alcuni dei film: Tom à la ferme quarto

Güeros, la recensione del miglior film dell’anno

June 29, 2016 ilblogghettaro 0

Inclusivo, disturbante, armonioso, caotico, storico, attuale, basico, visionario. Un’interazione di paradossi che esplodono tra i meandri di una Città del Messico, metropoli tribale, sferzata dalla rivolte studentesche del 1999. Il fervore di una generazione instabile e refrattaria ai dettami del passato, in Güeros, prende forma attraverso le vicende di ,Tomàs, Fede e Santos  spettatori non paganti di un tentativo di cambiamento alimentato dalle lotte e dall’impegno dei loro coetanei che nelle piazze, nelle università e tra le vie di una